Il 5 e 6 Ottobre 2021 Cablotech ha partecipato  come espositore alla prima edizione della fiera B.T. EXPO (Biomedical Technologies Expo) di Modena, l’evento che riunisce le rappresentanze di associazioni imprenditoriali ed artigianali del distretto biomedicale.

Lo stand Cablotech a B.T. Expo 2021

Tale manifestazione è nata per volontà di un Comitato Tecnico-Scientifico che riunisce le rappresentanze di associazioni imprenditoriali ed artigianali del distretto biomedicale. Una vetrina delle eccellenze, ma anche un’occasione unica per partecipare ad un evento con un programma ricco di incontri, convegni e workshop che ha visto coinvolti i maggiori players del settore e  relatori tra I maggiori rappresentanti del mondo universitario ed imprenditoriale.

B.T. EXPO vuole essere una manifestazione dal forte contenuto innovativo, nata dal confronto con tutte le realtà imprenditoriali presenti a Mirandola dove è attivo il distretto industriale biomedicale più importante a livello nazionale e uno tra i primi al mondo. 

La manifestazione ha coinvolto il meglio delle realtà imprenditoriali operanti nell’intera filiera tecnologica e produttiva del settore. Dalla componentistica al prodotto finito passando attraverso le varie apparecchiature elettromedicali, di misura e controllo. Tutti e sette i comparti in cui tradizionalmente viene suddiviso il settore dei dispositivi medici – biomedicale, elettromedicale, diagnostica in vitro, biomedicale strumentale, servizi e software, attrezzature tecniche, borderline – sono stati rappresentati ai massimi livelli.

Cablotech si pone a pieno titolo tra i fornitori di cablaggi del settore, dove siamo apprezzati come partner competenti ed affidabili anche nel montaggio di apparecchiature elettromedicali, tra le quali mammografi e tomografi di ultima generazione. La nostra presenza come espositori rappresenta per noi una due giorni di intenso networking, finalmente in presenza e in completa sicurezza, con i maggiori player del settore. Un format completo che ci permetterà di valutare con i visitatori italiani ed internazionali le soluzioni più innovative per contribuire con il nostro consolidato know-how allo sviluppo del settore biomedicale.

Gran Premio di Varignana 2021 - Cablotech

Riparte dal piazzale di Cablotech la gara ciclistica di Varignana, nata nel 1952 che ha coinvolto negli anni centinaia di ciclisti e appassionati.

Il 25 settembre Cablotech ha salutato con orgoglio la partenza dei team nazionali e stranieri delle categorie Elite e Under 23.

La storia del Gran Premio

La gara affonda le sue origini nella storica “Coppa Varignana”, gara regionale che dal 1952 al 2019 è stato un importante evento per i dilettanti italiani, coinvolgendo centinaia di ciclisti e appassionati.
Nel 2020 la gara non ha avuto luogo a causa della pandemia.

Il 25 settembre si è corsa la prima edizione della nuova gara ciclistica nazionale dedicata alle categorie Elite e Under 23: Il Gran Premio di Varignana

L’edizione 2021

Quest’anno il comitato organizzativo, composto da Asd Sergio Dalfiume 1952, Biotraining Cycling Team Asd e Polisportiva Villafontana di Medicina Asd, ha voluto ripartire più motivato e determinato che mai per realizzare un evento degno di nota.

Alla manifestazione sono stati invitati team nazionali e alcuni team stranieri (inglesi, francesi e russi) coinvolgendo circa 300 persone tra atleti, direttori sportivi e tecnici.

Anche il circuito è stato rinnovato: il percorso di 137 km e 1289 mt di dislivello ha avuto inizio dal piazzale dello stabilimento di Cablotech ad Osteria Grande per poi svolgersi in uno spettacolare circuito rinnovato e panoramico sui colli tra Castel San Pietro Terme, Liano e Varignana.

La partenza del Gran Premio di Varignana dal piazzale Cablotech (Credit: Atlantide Videoservice / L’era del Ciclismo)

La manifestazione sportiva si è svolta con la partnership di Palazzo di Varignana che ha ospitato la cerimonia di premiazione; inoltre l’adozione del brand “Terre & Motori – Drive in the Heart of Italy”, progetto di promozione turistica territoriale per i 23 comuni aderenti al Con.Ami e la partecipazione della città metropolitana hanno come obiettivo quello di trasformare il Gran Premio Varignana in un evento sportivo di valenza nazionale che possa attirare ogni anno sempre più partecipanti, dando loro la possibilità di misurarsi e mettersi in luce nella speranza di poter accedere al mondo del professionismo. 

Il vincitore 

La gara è stata vinta da Riccardo Lucca della squadra General Store-Essegibi – F.lli Curia premiato dal sindaco Tinti all’interno della suggestiva cornice di Palazzo Varignana.

Il vincitore Riccardo Lucca (Credit: Cablotech Biotraining Cycling Team)

Orgoglio Cablotech

Per Cablotech, tra gli sponsor della manifestazione, il Gran Premio di Varignana che comprende anche il Trofeo Cablotech, è motivo di orgoglio. Da anni infatti la famiglia Golfieri è appassionata di ciclismo, sponsorizzando più volte negli anni squadre ciclistiche che si sono distinte anche in gare molto importanti, quale il Giro d’Italia.

Gli highlights video

Cablotech Azienda Green

Proteggere e migliorare l’ambiente di lavoro adottando soluzioni in grado di ottimizzarlo in maniera sostenibile sviluppando l’economia e favorendo il benessere delle persone sono da sempre obiettivi primari di Cablotech.

Nel 1969 John McConnell, durante la Conferenza dell’UNESCO a San Francisco, propose di “celebrare la vita e la bellezza della Terra  per promuovere la pace” con l’intento di indurre tutti gli uomini a prendere seri provvedimenti per preservare e rinnovare gli equilibri ecologici dai quali dipende tutta la vita della Terra. La proposta ottenne un forte consenso e la prima celebrazione dell’Earth Day fu il 22 aprile 1970. L’evento, con carattere prettamente ecologico, coinvolge oggi più di 180 paesi e viene celebrato ogni anno in tutto il mondo.
Il 25 settembre 2015 le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e dal 2019 l’Europa ha posto la “Green Economy” al centro della sua politica invitando “a lavorare in un’ottica internazionale, incitando i paesi, l’industria e le persone a unirsi in questa missione”.

Dal 1994, anno della sua fondazione, Cablotech ha sempre condiviso questi principi volti a preservare l’ambiente cercando di adottare tutti gli strumenti a disposizione per agire quotidianamente come azienda “green”. Ha iniziato con la raccolta differenziata della plastica, della carta, del cartone e lo smaltimento degli scarti di lavorazione dei cavi elettrici per garantire il recupero dei fili di rame, nel rispetto delle leggi ambientali che disciplinano il complesso settore dei rifiuti speciali.

Nel 1999 l’azienda si è trasferita nell’attuale sede di 3200 mq. Durante la fase di ristrutturazione è stata smaltita tutta la copertura in amianto ed è stata sostituita con una base termoisolante sulla quale è stato posizionato un impianto fotovoltaico di 47 Kw, sufficiente a coprire il fabbisogno energetico dell’azienda.

Nel corso degli anni l’azienda non ha mai smesso di integrare nuovi strumenti che favorissero il risparmio energetico ed il miglioramento della vita dei suoi dipendenti.
La caldaia precedentemente utilizzata è stata sostituita con una nuova a condensazione; le vetrate sono state sostituite con doppi vetri per ottimizzare l’isolamento termico.
Anche il sistema di illuminazione è stato rinnovato: le lampade sono state sostituite con un nuovo impianto a led che non solo migliora l’effetto visivo per i lavoratori, ma che ha favorito anche una riduzione dei consumi del 50%. E’ stato installato un sistema di raffrescamento adiabatico che comporta un miglioramento della temperatura interna con una riduzione di 3/4 gradi. Infine sono stati creati 200 m² di area verde.

Cablotech persevera nel processo di trasformazione in azienda green con lo scopo di operare responsabilmente in ottemperanza degli standard internazionali per migliorare l’efficienza energetica sfruttando fonti rinnovabili, diminuire i costi energetici per ottimizzare il budget dedicato alla produzione ed accrescere la propria reputazione.

Secondo un recente studio di Unioncamere negli ultimi anni si è registrata una vera e propria accelerazione delle aziende ad investire nel green per favorire la sostenibilità e l’efficienza (fonte). Se il numero di imprese orientate e attenete a questi aspetti è in continuo aumento ne consegue che la Green Economy presenta evidenti effetti positivi, non solo circoscritti al tema ambientale, ma che si ripercuotono anche sulla competitività favorendo le performance aziendali.

Queste evidenze speriamo che spingano le imprese, che ancora non l’hanno fatto, a convertirsi adottando modelli più sostenibili.

CNA Imola visita Cablotech

Abbiamo avuto il piacere di ricevere la Prima visita ufficiale del Presidente della CNA Imola Associazione Metropolitana Luca Palladino, eletto il 29 giugno, assieme al segretario Generale CNA Sergio Silvestrini e alla direttrice Ornella Bova.

Durante l’incontro abbiamo presentato la storia di CABLOTECH: dalla sua nascita nel garage di famiglia alla sua attuale realtà di 3200 mq e 50 dipendenti, a cui si è arrivati grazie al desiderio continuo di migliorarsi e raggiungere sempre nuovi obiettivi di crescita.

Abbiamo illustrato come CABLOTECH stia affrontando l’attuale situazione pandemica, che ci ha costretto ad un rallentamento nella produzione con qualche mese di cassa integrazione, ma che abbiamo per fortuna superato grazie ad una ripresa dovuta a numerose richieste da parte di nuovi clienti che ci hanno riportato ad un soddisfacente livello produttivo .

Durante la visita allo stabilimento produttivo abbiamo presentato il nuovo layout e i nuovi investimenti in macchinari e attrezzature grazie ai quali è stato possibile ottimizzare la produttività.

Le migliorie apportate hanno lo scopo anche di mantenere alta l’attenzione sulla sicurezza per i dipendenti e sull’importanza di rendere l’ambiente di lavoro più confortevole .

Vorremmo ringraziare la delegazione CNA di Imola per la visita e per l’interesse mostrato.
Confidiamo di poter continuare la soddisfacente collaborazione con l’obiettivo di una costante crescita come azienda del territorio.

L’approfondimento all’articolo sul sito CNA Imola → 

Rating di Legalità

Nel maggio 2019 Cablotech s.r.l. ha ottenuto per la prima volta il Rating di Legalità; nei giorni scorsi le è stato attribuito il rinnovo di questo importante riconoscimento, volto alla promozione e all’introduzione di principi di legalità e di eticità in ambito aziendale.

Nel contesto economico-sociale odierno i criteri di valutazione della solidità e della competitività di un’ impresa stanno mutando radicalmente: la crescita non è più dettata solo dal bilancio, dai profitti e dalle perdite; sono invece sempre più rilevanti l’aspetto reputazionale, il rispetto del Codice Etico aziendale, il contribuire al benessere generale della comunità, l’investimento sul capitale umano e la tutela dell’ambiente.

Per “misurare” questi parametri e attribuire loro una valenza concreta e quantificabile nel 2012 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha introdotto il Rating di Legalità al fine di offrire un adeguato riconoscimento alle imprese virtuose che dimostrino di possedere elevati standard di legalità sia giuridici che economici, indicativi dell’attenzione riservata alla corretta gestione del proprio business.

Ad oggi sono oltre 6.000 le aziende assegnatarie del Rating di Legalità a cui viene attribuito un punteggio che va da una a tre stelle.

Cablotech ha ottenuto un punteggio di 2 stelle nel 2019 ed oggi, in occasione del rinnovo, ha confermato il posizionamento: non abbiamo ancora raggiunto il punteggio massimo ma, per il momento, possiamo dirci soddisfatti.

Quali sono i vantaggi derivanti dal Rating di Legalità?

Innanzi tutto essere presenti nell’elenco delle aziende assegnatarie del Rating di legalità aumenta la reputazione economica dell’azienda favorendone la visibilità sul mercato nazionale ma anche migliorando il posizionamento competitivo a livello internazionale.

Sempre più spesso, infatti, clienti e fornitori attingono da tale elenco per la ricerca di un partner commerciale.

L’attribuzione del Rating ha effetti positivi anche dal punto di vista dell’affidabilità economica, della rispettabilità e credibilità delle imprese: infatti garantisce anche benefici di natura economica dato che è riconosciuto dal nostro ordinamento.

Per esempio le Amministrazioni Pubbliche, in sede di predisposizione dei provvedimenti di concessione di finanziamenti, tengono conto dell’appartenenza a tale elenco garantendo a queste aziende una posizione preferenziale in graduatoria, attribuendo un punteggio supplettivo e riservando una quota delle risorse finanziarie allocate.

Gli Istituti di Credito tengono conto del Rating per favorire una riduzione dei tempi e dei costi per la concessione dei finanziamenti e lo considerano una variabile determinante per la valutazione di accesso al credito e per la determinazione delle condizioni economiche di erogazione.

Chi può ottenere il Rating di Legalità?

Tutte le imprese , sia Italiane che estere, che abbiano sede operativa in Italia e che siano iscritte al registro delle imprese da almeno 2 anni alla data della richiesta del Rating; devono aver realizzato un fatturato minimo di 2 milioni di euro nell’ultimo esercizio concluso l’anno precedente alla richiesta del Rating.
Il Rating di Legalità non ha alcun costo per le aziende, ha una durata di 2 anni dal rilascio e può essere rinnovato su richiesta.

In Cablotech abbiamo in cantiere alcuni progetti di una certa rilevanza a livello organizzativo interno che ci auguriamo, in occasione del prossimo rinnovo nel 2023, ci possano permettere di raggiungere il massimo punteggio.

Margo Piattaforma Cribis

In Cablotech siamo mossi dal desiderio di migliorarci, percorrere strade nuove e consolidare le fondamenta del nostro business.
Dopo aver ufficializzato l’associazione a ITKAM – Camera di Commercio Italo-Tedesca per lo sviluppo del mercato oltre confine e condiviso il riconoscimento di “Prime Company” ottenuto da CRIBIS per il terzo anno consecutivo, abbiamo deciso di sperimentare un’innovativa modalità per rafforzare la nostra presenza nel mercato italiano.

Per questo motivo, da qualche settimana, Cablotech ha implementato l’uso della Piattaforma Margò nelle procedure commerciali e di marketing.

Si tratta di una piattaforma di marketing intelligence creata da CRIBIS, società del gruppo CRIF, specializzata nella fornitura di informazioni economiche e commerciali, di servizi per lo sviluppo del business web based e di soluzioni di data integration e lead management.

CRIBIS garantisce i massimi standard qualitativi grazie all’appartenenza al Dun & Bradstreet Worldwide Network.

L’uso della Piattaforma Margò offre innumerevoli vantaggi: innanzitutto fornisce strumenti utili ad incrementare fatturato e vendite per mezzo dell’analisi e del targeting di oltre 6 milioni di imprese italiane, permette di creare liste di prospect aventi le caratteristiche desiderate o tra i più simili agli attuali clienti tramite una modalità di ricerca basata sull’uso di più di 300 filtri, inoltre permette di individuare le migliori aziende da contattare tramite l’analisi dei mercati e lo studio del potenziale di crescita.

La Piattaforma Margò utilizza un motore di ricerca semantico che consente di monitorare sia clienti che i fornitori storici e al contempo facilita la ricerca di nuovi.
Tramite l’analisi delle mappe di mercato consente di approfondire le caratteristiche e l’andamento dei settori di riferimento, permette di creare campagne commerciali e monitorare le performance.
Offre anche la preziosa possibilità di verificare il nostro stesso posizionamento sul mercato italiano, analizzando il tasso di penetrazione e il nostro potenziale di crescita.

In un momento economico estremamente difficile in cui il mercato è sempre più complesso e con margini sempre più ristretti si impone un cambio di prospettiva: il cliente non può essere il semplice oggetto della transazione, ma è necessario che diventi il soggetto con cui costruire relazioni di valore reciproco.

L’approfondimento sul sito web Cribis →