Il cablaggio – Cos’è e da cosa è composto

24 Gennaio 2023| Educational

Il cablaggio è una parte essenziale nei sistemi e nei dispositivi elettronici, esso permette di trasportare l’energia e i segnali elettrici all’interno di un sistema, rendendo possibile il funzionamento dei dispositivi stessi.
In questo articolo esploreremo le caratteristiche fondamentali del cablaggio, le esigenze che deve soddisfare e il suo ruolo nell’efficienza e affidabilità dei sistemi.

Perché scegliere Cablotech

Tecnici Cablotech assemblano cablaggi elettrici personalizzati

Cos’è un cablaggio

Il cablaggio è un insieme di cavi, terminali e connettori utilizzato per trasportare energia e segnali elettrici all’interno di un sistema. Si tratta di una parte essenziale in molti dispositivi elettronici, dai computer alle apparecchiature industriali.

Vengono progettati per soddisfare le più disparate e specifiche esigenze del sistema in cui vengono utilizzati, come ad esempio quelli presenti in una apparecchiatura industriale che devono essere in grado di resistere a temperature estreme, vibrazioni e ambienti con temperature estreme

La progettazione e la realizzazione di un cablaggio richiedono competenze specializzate e l’utilizzo di attrezzature specifiche. La nostra azienda è in grado di offrire servizi di co-design e di realizzazione dei cablaggi per un funzionamento efficiente e affidabile dei sistemi in cui sono impiegati.
La qualità di questi servizi influisce direttamente sul funzionamento di un’intera struttura. Infatti un cablaggio correttamente progettato e realizzato garantisce un flusso di energia ed informazioni stabili e affidabili.

Da cosa è composto un cablaggio

Fino ad ora abbiamo visto che i cablaggi svolgono un ruolo di estrema importanza nelle infrastrutture odierne, costituendo una parte essenziale per il corretto funzionamento di macchine, apparati e dispositivi che utilizziamo quotidianamente.
I cablaggi sono anche contraddistinti da una complessità strutturale notevole, che varia moltissimo in base a diversi parametri e campi d’impiego.

I cablaggi sono composti da diversi elementi, tra cui cavi, terminali, connettori, spine, prese e giunzioni, etc.

I cavi sono conduttori in rame, o in altri metalli, che trasportano in alcuni casi la corrente elettrica e in altri casi per lo scambio di dati e informazioni; ce ne sono di diverse tipologie, ciascuna delle quali ha caratteristiche specifiche che li rendono adatti a determinate applicazioni. Ad esempio, i cavi in fibra ottica sono utilizzati per trasportare segnali ad alta velocità e precisione, mentre quelli coassiali vengono impiegati per trasportare segnali televisivi e radio.

I terminali sono una parte fondamentale del cablaggio poiché un’aggraffatura non corretta può comprometterne il buon funzionamento. I terminali vengono aggraffati con l’ausilio di specifici applicatori e rispettando i parametri di altezza, valore che viene controllato con appositi strumenti annualmente tarati.
Un altro elemento fondamentale dell’aggraffatura è la pressa che viene utilizzata assieme all’applicatore per eseguire la crimpatura, ed anch’essa è soggetta a taratura periodica.

I connettori invece servono a collegare i cavi tra loro e ad interfacciarsi con le varie parti elettriche all’interno di un’apparecchiatura Esistono diversi tipi di connettori e ciascun di essi è progettato per lavorare con una specifica tipologia di cavo e per collegarsi a una determinata apparecchiatura.

II cablaggio comprende anche altre componenti, come ad esempio guaine termoresistenti, guaine per il passaggio dei cavi che servono per proteggere gli stessi in ambienti difficili e in condizioni climatiche estreme.
In generale, la progettazione di un cablaggio richiede un’attenta valutazione delle esigenze del sistema in cui verrà utilizzato e la scelta di componenti adatti alle condizioni di funzionamento previste, così da garantire la sua affidabilità e la corrispondenza a specifiche richieste.

Cablaggio saldatura connettori - Cablotech

Le fasi di realizzazione di un cablaggio

Taglio e spelatura: questa è la prima fase nella realizzazione di un cablaggio.
È l’ operazione in cui i cavi devono essere tagliati alla lunghezza appropriata per adattarsi al sistema in cui verranno utilizzati.
Vengono tagliati in automatico con l’impiego di taglia e spela elettroniche gestite da pc. In questa prima fase è necessario un controllo accurato del cavo elettrico per evitare di danneggiarlo prima di procedere alla produzione e per evitare danni allo stesso.
La sezione dei cavi svolge un ruolo importante in quanto è in grado di garantire una corretta e stabile trasmissione di energia e segnali elettrici all’interno del sistema.
Inoltre, sono da tenere in conto anche le condizioni di tensione, corrente, frequenza e temperatura a cui i cavi saranno soggetti.
La spelatura consiste nella sguainatura e nella pulizia del cavo, nel caso fosse presente lo schermo; è la fase in cui vengono preparati i conduttori per la successiva aggraffatura
Nel caso di conduttori unipolari le attività di taglio e spelatura sono raggruppabili in una unica fase; mentre nel caso di cavi composti con più conduttori c’è una prima fase di taglio e sguainatura e una seconda fase in cui vengono ripresi per essere spelati i singoli conduttori

È una fase importante, perché la corretta esecuzione garantisce una connessione affidabile e sicura tra i cavi e le apparecchiature.
Questa operazione può essere effettuata manualmente o utilizzando strumenti automatici.

Aggraffatura: è la crimpatura dei terminali ai conduttori tramite appositi strumenti che lavorano su presse semiautomatiche o automatiche.

L’agglomerazione dei cavi: è una tecnica utilizzata per organizzarli e proteggerli all’interno di un sistema di cablaggio.
Consiste nel raggruppare i cavi insieme utilizzando appositi morsetti o fascette di fissaggio che possono essere in metallo o in materiali plastici, a seconda delle esigenze, in modo tale da garantire la loro corretta posizione e protezione da eventuali sollecitazioni meccaniche.
È importante utilizzare morsetti o fascette di dimensioni adeguate per evitare di danneggiare i cavi durante il fissaggio e per garantire una tenuta sicura, in grado di resistere alle condizioni ambientali e meccaniche a cui sono esposti.
Inoltre è molto importante considerare anche la posizione di agglomerazione, che deve essere scelta in modo da evitare la pressione su un solo punto dei cavi, cosa che può causare danni, e inoltre deve essere facilmente accessibile per eventuali interventi di manutenzione.

Marcatura: La marcatura dei cavi è una pratica comune nella realizzazione di un cablaggio per permettere di identificare in modo univoco ogni singolo cavo. Consiste nell’identificare ogni cavo o filo all’interno del sistema e le modalità con cui può essere realizzata variano in base alle tipologie di cavo e alle esigenze e richieste del cliente

Per i cavi unipolari si tratta di una marcatura che può essere a getto d’inchiostro o a caldo e avviene direttamente nella fase di taglio e spelatura.
Per i cavi composti invece si realizza tramite l’applicazione sul cavo di etichette adesive e targhette.
La marcatura ha molteplici scopi, uno dei quali è quello di rendere più facile la manutenzione del sistema: se un cavo deve essere sostituito, in questo modo è molto più semplice identificarlo, agevolando e velocizzando l’intero processo.

Protezione meccanica: Il cablaggio può essere protetto da guaine termoresistenti, guaine trecciate, guaine in PVC, o tubetto vetro elastomero, canaline, etc. per garantire che sia al riparo da danni meccanici, umidità, polvere e corrosione.

In molti casi è necessario procedere con la saldatura dei fili.
Il processo di saldatura consiste nell’unione di parti mediante stagno riscaldato alla temperatura opportuna.

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi?

Scopri cosa possiamo fare per la tua azienda.

Contattaci ->

Prossimo Evento: B.T. EXPO

L’appuntamento professionale per operatori del settore biomedicale, Modena Fiere 4-5 Ottobre 2022.